Verso il 50° di fondazione

Cinquant’anni di storia
non sono altro che un’infinità di istanti
in cui Egli ininterrottamente si è reso presente
nel nostro cammino.

Con grande gratitudine al Signore

Siamo ormai entrati nell’anno 50° dalla fondazione della nostra Comunità monastica, ricorrenza che ci incamminiamo a vivere con gioia, semplicità e grande gratitudine al Signore. Nel fare memoria di quegli umili inizi – ancora vivi nel ricordo di chi era presente e divenuti ormai “patrimonio comune” attraverso i racconti e le immagini che li hanno consegnati alla custodia del cuore di ciascuno di noi – non possiamo che elevare a Dio, con rinnovato ardore e devozione, il canto della lode e del ringraziamento!

Leggi Tutto

Di immagine in immagine

Tra il lago ed il cielo, tra l’ieri e il domani. Di immagine in immagine affiora il ricordo e prende il largo il presente. Gli anni di storia sono canto di lode che si innalza al Signore: magnificat anima mea, magnificat Dominum in aeternum!

O Dio, ci hai donato una casa su questa piccola isola, e la casa sei Tu, che sempre fai nuove tutte le cose e ancora continui a chiamarci per nome.

Di immagine in immagine

Tra il lago ed il cielo, tra l’ieri e il domani. Di immagine in immagine affiora il ricordo e prende il largo il presente. Gli anni di storia sono canto di lode che si innalza al Signore: magnificat anima mea, magnificat Dominum in aeternum!

O Dio, ci hai donato una casa su questa piccola isola, e la casa sei Tu, che sempre fai nuove tutte le cose e ancora continui a chiamarci per nome.

Una casa da abitare, un tesoro da scoprire…

Riportiamo brevi stralci dell’omelia e del dialogo fraterno avuto con Mons. Massimo Camisasca l’11 ottobre 2022. Si apriva in quel giorno il cammino verso il 50º di fondazione. Le parole a noi offerte sono state un vero dono da custodire nel silenzio del cuore, un seme da affidare alla grazia, un segno di amicizia da condividere.

Una casa da abitare, un tesoro da scoprire…

Riportiamo brevi stralci dell’omelia e del dialogo fraterno avuto con Mons. Massimo Camisasca l’11 ottobre 2022. Si apriva in quel giorno il cammino verso il 50º di fondazione. Le parole a noi offerte sono state un vero dono da custodire nel silenzio del cuore, un seme da affidare alla grazia, un segno di amicizia da condividere.

Anna Maria Cànopi. La spiritualità dell’abbandono

Dal settembre 1994, in cui la incontrai per la prima volta, alla primavera 2019, in cui lasciò questo mondo, non sono mancate le opportunità per scrivere di madre Cànopi. Ogni volta è stato naturale ritornare all’indigenza radicale da cui origina l’abbazia Mater Ecclesiæ, che l’accomuna ai nuovi corsi nella storia della consacrazione.

Anna Maria Cànopi. La spiritualità dell’abbandono

Dal settembre 1994, in cui la incontrai per la prima volta, alla primavera 2019, in cui lasciò questo mondo, non sono mancate le opportunità per scrivere di madre Cànopi. Ogni volta è stato naturale ritornare all’indigenza radicale da cui origina l’abbazia Mater Ecclesiæ, che l’accomuna ai nuovi corsi nella storia della consacrazione.

This site is registered on wpml.org as a development site.